Come pulire la moquette: la guida completa

come pulire la moquette

Le moquette offrono una soluzione rapida per coprire rapidamente e senza opere edilizie pavimenti deteriorati o poco estetici, oltre a fornire un’atmosfera confortevole e molto accogliente quando sono stati installati di recente, dando un tocco di eleganza agli spazi. Tuttavia, spesso non si pensa allo sporco che trattengono durante l’uso e a come tenerle pulite, per evitare problemi di salute e una percezione estetica sgradevole.

Se le moquette non vengono mantenute in buone condizioni di pulizia e disinfezione, causano tra l’altro effetti molto contrari a quelli previsti con la loro installazione:

  • Odori sgradevoli: la pulizia delle moquette è fondamentale perché si tratta di elementi tessuti con fibre sintetiche, vegetali, di lana o di cotone, e ad eccezione di quelli totalmente in fibre sintetiche, in generale assorbono, come tutti i tessuti, qualsiasi tipo di sporco depositato dall’inquinamento, dal trascinamento, dalle fuoriuscite, dai vapori e dai fumi. I pavimenti in moquette sono impregnati di odori ambientali come sudore, tabacco, cibo, umidità o presenza di animali. La moquette deve essere pulita regolarmente per rimuovere tutto lo sporco organico, la polvere e gli altri rifiuti che generano cattivi odori.
  • Sensazione di disagio: occupando gran parte dello spazio visibile sul pavimento, le moquette sporche o macchiate trasmettono l’idea che i mobili e tutti gli elementi siano anche privi di pulizia e disinfezione, anche se non è così.
  • Problemi di salute: i peli, la polvere e lo sporco accumulati delle moquette sono il miglior terreno di coltura per la proliferazione degli acari, che sono quegli agenti che causano la maggior parte delle allergie e dei problemi respiratori negli spazi chiusi.
  • Percezione spiacevole dello spazio: la moquette sporca trasmette un’idea di trascuratezza igienica, che non fa nulla per migliorare l’immagine di qualsiasi azienda o abitazione domestica.

Per tutti questi motivi in questo articolo vi raccontiamo i principali trucchi, la tecnica, i prodotti e gli strumenti per la pulizia della moquette.

Tecniche e strumenti per pulire i tappeti e mantenerli in buone condizioni

Un principio importante nella pulizia professionale di qualsiasi tipo è quello di conoscere il tipo di materiale da cui lo sporco deve essere rimosso e come reagisce ai diversi prodotti di pulizia.

  1. Allo stesso modo, per sapere cosa fare per le macchie e come pulire correttamente le moquette è necessario conoscere i materiali con cui sono fatte, in modo da poter utilizzare un prodotto o un altro senza danneggiare i tessuti o i colori
  2. La base principale nella manutenzione e pulizia delle moquette è quella di aspirarla quotidianamente, per rimuovere tutti gli accumuli di polvere, perché non dobbiamo dimenticare che questa è la superficie su cui calpestiamo, così come ogni altro tipo di pavimento viene spazzato e strofinato ogni giorno, anche la moquette ha bisogno di un’igiene continua, o se possibile maggiore, perché essendo più morbidi i pavimenti invitano più facilmente a sedersi o a sdraiarsi nell’ambiente domestico.

Quando si puliscono tappeti e moquette, o la tappezzeria, l’aspirapolvere deve essere usato senza spazzola.

  1. Quando si verificano fuoriuscite accidentali, è meglio cercare di ridurre immediatamente la quantità di sporco, utilizzando carta assorbente o stracci in caso di fuoriuscite di liquidi, o passando l’aspirapolvere sui solidi per evitare che le sostanze penetrino più in profondità nei tessuti, rendendo più difficile la pulizia della moquette.
  2. La pulizia della moquette deve essere effettuata annualmente su tutta la sua superficie e in modo profondo, anche se non presenta macchie specifiche, per ottenere una disinfezione efficace.
  3. Prima di utilizzare indiscriminatamente gli smacchiatori per la pulizia dei tappeti, è essenziale testare un’area sotto un mobile, o in un angolo, in modo che se causa lo scolorimento o il deterioramento dei tessuti, l’impatto sia minimo.
  4. A seconda della sua composizione, questa tecnica di disinfezione delle moquette può essere effettuata con una macchina pulitrice a vapore che, grazie alla temperatura applicata al tessuto, eliminerà tutti i tipi di germi patogeni.

La frequenza del lavaggio della moquette dipenderà dal grado di utilizzo e dalla sua ubicazione, ad esempio qualsiasi impresa di pulizia alberghiera svolge questo compito con una frequenza molto più costante, soprattutto nelle camere, nei saloni e nelle caffetterie, dove le macchie da fuoriuscite sono una costante quotidiana, e devono essere rimosse immediatamente per garantire perfette condizioni igieniche degli stabilimenti e una buona immagine aziendale.

  1. In spazi ridotti di abitazioni private e piccole superfici in moquette di uffici, un’altra possibilità è quella di pulire manualmente la moquette, iniziando la pulizia con l’aspirapolvere e poi attaccando o togliendo ogni macchia separatamente, per finire con la pulizia dell’intera superficie in sezioni ordinate, con un prodotto per la pulizia a secco.

Infine è necessario rimuovere i resti e lo sporco con un panno pulito, ed è conveniente lasciarlo asciugare con ventilazione naturale, non calpestandolo finché tutta l’umidità non scompare.

  • Buoni risultati si possono ottenere anche nella pulizia di moquette con una composizione sintetica, utilizzando una soluzione di acqua e ammoniaca che si può spalmare con una spazzola per abiti o una spugna, a seconda dello spessore del pezzo, e facendo sempre attenzione a non bagnarlo, perché essendo un tessuto a contatto con il pavimento il tempo di asciugatura sarebbe molto più lungo.
  • La tecnica più comunemente utilizzata dalle aziende di servizi di pulizia e manutenzione è sviluppata con macchine ad iniezione-estrazione, che consiste nell’utilizzo di apparecchiature che iniettano per prime prodotti saponificati ad alta pressione sui tessuti, spazzolando e assorbendo tutto lo sporco e l’acqua sporca che finisce in uno dei due serbatoi di cui queste macchine sono dotate.

Come in tutti i casi, va sempre effettuata una potente aspirazione della superficie e specifiche macchie vanno trattate con soluzioni di sapone detergente professionale.

In alcuni casi è anche usuale passare nuovamente l’aspirapolvere una volta terminata la pulizia della moquette, per rimuovere eventuali residui di sapone.

Alla fine del lavoro si ottiene una pulizia totale con un’umidità praticamente impercettibile, ma se la superficie deve essere utilizzata immediatamente, si devono utilizzare turbine ad aria calda per ottenere un’asciugatura totale molto più rapida.

In ogni caso, quando si tratta di moquette costose e speciali, noi di CORINNE PULIZIE consigliamo a tutti i nostri clienti di non rischiare, lasciando la manutenzione in mani esperte.

Trucchi e prodotti per la pulizia della moquette

Se avete bisogno di rimuovere una specifica macchia per pulire la moquette, ecco alcuni trucchi e prodotti: mi raccomando, dovete prima provare in qualche zona non molto visibile per vedere la reazione che producono.

  • Per rimuovere macchie di sangue, uova, cioccolato o vomito, o urina di animali domestici, si può provare un detergente enzimatico specifico per tessuti, o strofinando con una soluzione di acqua saponata e aceto detergente, che è un buon disinfettante.
  • Se i vostri bambini o il vostro cane hanno vomitato sulla moquette, neutralizzate la sporcizia ed evitate che penetri nel tappeto con segatura o carta assorbente, e rimuovete i detriti il più presto possibile.

Indossate immediatamente dei guanti e strofinate la macchia con una spugna imbevuta di acqua calda, passandoci sopra e risciacquandola tutte le volte che è necessario.

Se la macchia persiste, una volta asciutta, provate con i prodotti che abbiamo menzionato in un’area nascosta prima di iniziare la pulizia della moquette, e poi applicate lavorando sulla macchia.

Può darsi che se non avete mai fatto un lavaggio della moquette, lavorando sulla zona sporca il colore sarà più nitido e pulito, il che vi costringerà a una pulizia completa della moquette.

  • Per pulire la moquette da inchiostro, bitume o macchie d’olio, è possibile utilizzare un prodotto specifico per la pulizia con solventi, venduto nelle farmacie.
  • La gomma da masticare e la cera attaccate alla moquette vengono rimosse a freddo per indurirle e raschiare con cura e poi usando il solvente per la pulizia di moquette per rimuovere i residui.

Se avete bisogno di effettuare la manutenzione e la pulizia dei tappeti nel vostro hotel, residenza, ufficio, ristorante o casa, CORINNE PULIZIE si dedica al servizio di pulizia integrale, garantendo una pulizia impeccabile di tutte le superfici che ci affidate.

Previous Post
Newer Post