Coronavirus: Come pulire la casa contro il COVID-19

Igienizzazione casa contro il coronavirus

Nonostante lo stato di allarme sembri volgere al termine, tutti gli esperti continuano ad avvertirci che il coronavirus (COVID-19) è ancora nell’ambiente e può continuare ad infettarci. Per questo motivo è importante continuare a mantenere le misure preventive.

Anche se la ricerca sul coronavirus continua, sappiamo che si trasmette attraverso il contatto diretto con le minuscole goccioline respiratorie delle persone infette (quando tossiscono o starnutiscono) e toccando superfici contaminate dal virus. Alcuni esperti affermano che il virus può sopravvivere in superficie da poche ore a diversi giorni. Ma la buona notizia è che un semplice disinfettante può ucciderlo.

Per aiutare i genitori, abbiamo raccolto le informazioni più recenti dagli esperti di COVID-19, oltre a consigli su come tenere il virus lontano da casa.

La pulizia non è disinfezione

Il problema di questo nuovo virus è che abbiamo pochissime informazioni al riguardo. Poiché non sappiamo quanto a lungo sopravvive sulle superfici, la paura è maggiore. 

Se fino a qualche settimana fa, pulire significava solo spolverare e rifare il letto, oggi la pulizia assume un significato più ampio e si avvicina al concetto di disinfezione e igienizzazione.

In caso di dubbi sulla differenza tra pulizia e disinfezione, il primo si riferisce solo all’uso di acqua e sapone per far sparire lo sporco e la maggior parte dei germi. La disinfezione, invece, si riferisce all’uso di soluzioni detergenti che contengono ingredienti che uccidono batteri e altri germi.

Quindi, senza diventare paranoici, è meglio pulire (e disinfettare) la casa più volte al giorno, soprattutto quelle parti che più probabilmente ospitano il virus. Ricordarsi di lavarsi sempre le mani quando si finisce e lasciare che i prodotti per la pulizia agiscano per il tempo necessario, leggendo prima le etichette per sapere come utilizzarli.

La chiave per una buona pulizia contro il coronavirus

Una precauzione importante per ridurre il rischio di infezione è quella di pulire e disinfettare regolarmente le superfici della casa che vengono frequentemente toccate.

Seguire le istruzioni sui prodotti per la pulizia in modo da non essere in pericolo durante l’uso e da ottenere buoni risultati. Le istruzioni vi indicheranno le precauzioni da prendere durante l’applicazione, come ad esempio indossare guanti e avere una buona ventilazione.

Arieggiare di frequente gli ambienti, disinfettare maniglie e interruttori, pulire i filtri dell’aria condizionata sono pratiche utili a fermare il coronavirus.

Alcune autorità nazionali hanno elaborato elenchi di prodotti raccomandati per combattere il virus COVID-19.

Pulire e disinfettare le superfici che vengono frequentemente toccate

Ogni casa è diversa dall’altra, ma tutte hanno superfici che vengono toccate molto spesso, come: 

  • Maniglie delle porte
  • Interruttori della luce
  • Corrimano
  • Tavoli
  • Sedie
  • Telecomandi
  • Le superfici della cucina e del bagno
  • Rubinetti
  • Sanitari
  • Telefoni cellulari
  • Computer e tablet
  • E i giocattoli preferiti dai bambini.

Se una superficie è sporca, la prima cosa da fare è pulirla con sapone o detersivo e acqua. Utilizzare quindi un disinfettante contenente alcol (circa il 70%) o candeggina. Si sconsiglia l’uso di aceto o di altri prodotti naturali.

È importante non rimuovere le soluzioni detergenti non appena sono state applicate. Molti disinfettanti, devono rimanere bagnati sulle superfici per diversi minuti per essere efficaci.

Leggere sempre le istruzioni per l’uso corretto dei prodotti per evitare rischi e per evitare di danneggiare i dispositivi sensibili, come i telefoni cellulari e altri dispositivi elettronici. Considerare la possibilità di proteggere questi dispositivi con coperture lavabili.

Come disinfettare la cucina e il bagno

Bisogna tener conto del fatto che, quando si pulisce la casa per difenderla da agenti patogeni come il coronavirus, la cosa più importante da fare è quella di ventilarla frequentemente. Aprite le finestre almeno tra 5-10 minuti in ogni stanza.

Detto ciò, le zone più utilizzate in una casa, e che diventano pertanto le più problematiche, sono il bagno e la cucina. Per questo motivo, è necessario essere estremamente attenti nella pulizia di questi ambienti.

In cucina, se avete una lavastoviglie, dovreste usarla ogni giorno per pulire a fondo tutte le posate, le stoviglie e gli utensili. Inoltre, le superfici devono essere disinfettate più volte al giorno (prima e dopo la cottura).

Si consiglia di utilizzare candeggina o prodotti disinfettanti per pulire i pavimenti e rimuovere la polvere dai pensili in modo che siano completamente privi di batteri.

Per quanto riguarda il bagno, l’igiene deve essere estrema, perché è una stanza più ricca di germi. Questi luoghi devono essere puliti con disinfettante ogni giorno, altrimenti possono diventare un vero e proprio focolaio di infezione da coronavirus.

Per questo motivo si consiglia l’uso di candeggina o prodotti simili e pulire spesso con essi, soprattutto i rubinetti, i sanitari, i vari ripiani ed i pavimenti.

Conclusioni

Nella lotta contro il coronavirus, ognuno di noi deve contribuire ad abbattere il virus. Il modo migliore è quello di seguire le linee guida che ci forniscono gli esperti ed evitare i contatti con molte persone, indossare sempre la mascherina e non creare assembramenti.

Tuttavia, sappiamo quanto sia importante igienizzare e mantenere pulita la nostra abitazione, oggi più che mai, e questo può aiutarci a ridurre il rischio di contagio.

In questo articolo abbiamo visto quali sono le linee guida da seguire per poter eseguire una corretta disinfezione delle superfici casalinghe.


Se siete alla ricerca di un trattamento professionale contro agenti patogeni e ogni forma di batterio, CORINNE PULIZIE offre il servizio di igienizzazione a vapore ed ozono, un presidio naturale per la sterilizzazione di ambienti riconosciuto dal Ministero della Salute.

Contattaci compilando il form sottostante, oppure scopri di più sulligienizzazione a vapore ed ozono.

[contact-form-7 id=”1124″ title=”Modulo di contatto 1″]

Previous Post
Newer Post